La colazione per stare in forma

da | 17 Gen, 2020

La colazione, va considerata come un pasto a tutti gli effetti e come tale deve essere completa  cioè deve contenere tutti i nutrienti, carboidrati, proteine, grassi, vitamine e sali minerali, e bilanciata cioè li deve contenere nelle giuste proporzioni. Si è osservato attraverso vari studi che chi salta la colazione ripetutamente rispetto a chi la consuma con regolarità avrà una difficoltà maggiore a perdere e a controllare il proprio peso. Saltando la colazione si favorisce il fenomeno dello snacking, in italiano “spizzicamento”, ovvero la ricerca ed il consumo di merendine, bibite o alimenti fortemente energetici fuori pasto. Saltando la colazione, inoltre, si spiana la strada alla fame e a pranzo diventa difficile il controllo sulla quantità e qualità del cibo assunto.

Fare colazione è un buon punto di partenza ma non basta perché  spesso le colazioni sono “troppo dolci” e sbilanciate in termini di macronutrienti : ricchissime in zuccheri semplici e raffinati, ricchissime di grassi trans e idrogenati, povere di fibre, vitamine, grassi “buoni”. E’ il caso delle classiche colazioni a base di fette biscottate e marmellata, cornetto e cappuccino o thè con i biscotti. Poco cambia se usiamo le loro versioni (fintamente) integrali. Una colazione prevalentemente a base di zuccheri determina un rapido innalzamento della glicemia, una massiccia risposta insulinica, quindi un rapido passaggio di glucosio dal sangue ai tessuti. Si instaura così di conseguenza un’ipoglicemia transitoria, stimolo che unito al rapido svuotamento gastrico, viene raccolto dal centro ipotalamico e contribuisce alla generazione della fame; ciò ci  spinge  alla ricerca di altro cibo che ovviamente favorisce l’accumulo di grasso. Ecco quindi che una colazione ricca di proteine, sazia più a lungo, migliora l’andamento glicemico e la secrezione di insulina

Il contenuto di calorie può essere relativo e condizionato da molte variabili individuali legate anche e soprattutto alle proprie attività ed impegni della giornata. Ciò che, in linea di massima deve essere sempre presente è la qualità delle scelte, cioè “cosa mangiare”, quindi, carboidrati complessi, proteine (sempre, in ogni pasto, non devono mai mancare), e grassi.

Il suggerimento è quello di prediligerla  salata con pane integrale o di segale , uova, prosciutto crudo, bresaola, ricotta, formaggi, salmone, tonno, sgombro o semi dolce consumando  cereali  integrali , accompagnati da semi oleaginosi tostati, frutta cotta o essiccata, latte vaccino (per chi non soffre di intolleranze), yogurt greco, skyr o kefyr.

Un esempio? Il porridge . E’ un piatto anglosassone ma già da tempo importato nelle colazioni italiane,  ottenuto facendo bollire in acqua o latte chicchi  di cereali macinati,  e aromatizzati a piacere. Una ricetta semplice   per un porridge energetico ed equilibrato : 50 g  di fiocchi d’avena, (Oat Meal Daily Life), 120 g di albume, 70 g di latte di latte 0 grassi, 10 g di mandorle , ½ mela , spolverata di cannella (calorie 350  con una composizione del 50% di carboidrati, 30% di grassi e 20% di proteine). Per un porridge vegano il latte può essere anche di tipo vegetale, di mandorla, riso, soia o cocco.

Dott.ssa Domenica Di Carlo

Dott.ssa Domenica Di Carlo

Biologa Nutrizionista Sportiva

Dopo la laurea conseguita nel  campo delle Scienze Biologiche ho deciso di seguire la passione che nutro verso il settore della nutrizione approfondendo le mie conoscenze per metterle a disposizione di tutti coloro che desiderano raggiungere un sano stile di vita, attraverso una giusta alimentazione

Mi sono laureata in Biologia Applicata alla Sicurezza Alimentare e Nutrizione con 110 e lode presso l’Università degli studi dell'Aquila; ho conseguito il Master di Specializzazione in Dietologia e Nutrizione Clinica che ho frequentato a Roma .

La passione che mi lega al mondo dello sport,( sono una grandissima appassionata di corsa podistica su distanze di fondo e mezzofondo, nonché trail runner)  mi ha poi permesso di ampliare le mie conoscenze in Nutrizione Sportiva , conseguendo  presso la Scuola SANIS, il titolo di Esperto in Nutrizione Sportiva, figura che nasce con l'esigenza di fornire un alimentazione per lo sportivo che rispetti il giusto timing, un corretto quantitativo di carboidrati, proteine, lipidi e se necessario associare un’ integrazione la cui efficacia e sicurezza sia documenta da studi scientifici.

Svolgo come libero professionista l’attività di Biologa Nutrizionista presso i miei studi di Frosinone, Ceccano, Sora, Anagni, dove collaboro con medici di base, fisioterapisti, osteopati, medici dello sport, personal trainer, psicologi e psicoterapeuti.

Mission

  • Educazione alimentare
  • Piani alimentari personalizzati per le diverse condizioni cliniche
  • Nutrizione ed integrazione per lo sportivo amatoriale e professionista

Newsletter

Inviate i vostri commenti saremo lieti di rispondervi al più presto!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.